Cina: la persecuzione religiosa colpisce le Chiese domestiche

Cari naviganti, arriva da ChinAid, associazione che si batte per la libertà religiosa in Cina, un preoccupante rapporto che denuncia nel 2011 un’impennata del 42,5% di episodi di persecuzione anti-cristiana nel grande paese orientale. ChinAid è presieduta dal dissidente cinese Bob Fu che oggi vive negli Usa. In particolare, secondo il rapporto, vengono colpite le “Chiese domestiche” raduni di cristiani in case private, fuori dai luoghi controllati dallo Stato. La “guerra” del governo contro le Chiese domestiche è frutto di una decisione presa nel 2010 dal Comitato centrale del Partito cinese che ha attivato una campagna contro queste realtà chiamata “Operazione Deterrenza” con l’obiettivo di “ricondurre” nelle Chiese ufficiali questi gruppi. Chiacchierando con missionari provenienti dalla Cina si apprende spesso l’estremo tentativo da parte delle autorità nei confronti di tutte le confessioni cristiane presenti nel paese, di “legalizzarle” nel senso di “porle ufficialmente sotto il controllo del Partito”. Le Chiese domestiche, che fanno parte dell’orizzonte evangelico, sul tipo (con le dovute differenze date anche dalla situazione di totale clandestinità in cui sono costrette a vivere) delle nostre Chiese libere, sono un fenomeno nuovo ed in grandissima espansione in Cina ma anche estremamente incontrollabile da parte di polizia e autorità. Dunque si usano misure repressive. Qui potete leggere  ilrapporto.

 

http://www.gdp.ch

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...